Les Mots de Camille

In Rue Saint-Louis en l’Ille, esisteva un piccolo bizzarro negozio dal sapore antico.  La sua vetrina aveva l’intelaiatura di legno tinto color avorio.  Sull’insegna, in corsivo, c’era scritto  “Mots” .
Nel laboratorio sul retro, la giovane

Continua a leggere “Les Mots de Camille”

Quelle piccole cose

Molte lune fa, sul social blu, girava un giochetto che, stavolta è proprio il caso di dirlo,  aveva i suoi lati positivi.
In breve: si chiamava “gioco della positività” e i partecipanti dovevano elencare per cinque giorni tre cose che lo/la rendono felice.
Il giochetto mi intrigava

Continua a leggere “Quelle piccole cose”

La Tana nel Bosco

Nel Bosco di Erinaceuslandia , viveva un piccolo riccio maldestro e curiosissimo.
I ricci, si sa, pur non avendo una grande vista, fiutano i pericoli da lontano ma Hépin, così si chiamava, era diverso: lui aveva una spiccata predisposizione a cacciarsi in guai di ogni genere e misura. Continua a leggere “La Tana nel Bosco”