Ho danzato con la poiana

Sulla cima di una rocca, una brezza tiepida mi culla mentre ammiro il cielo terso e il panorama verdeoro quando, il volo maestoso e lento di una poiana cattura la mia attenzione. Ne resto ammaliata e, con lo sguardo, la seguo nelle sue lunghe e ampie planate che mi mostrano, pian piano, i segreti degli abitanti di quella porzione di campagna toscana e delle colline che la circondano.

Continua a leggere “Ho danzato con la poiana”

Baluginìo

Ci sono libri che non leggerei mai anche se sono catalogati come ‘successi mondiali’ o addirittura come il «più grande romanzo americano di cui non avete mai sentito parlare» (Yim Kreider sul New Yorker). Fino a quando capita che un giorno mi arriva l’eco di un titolo sotto forma di consiglio e lo sbircio qua e la sul web, ma ne vengo quasi respinta e lascio perdere. Da allora, Kindle mi tempesta di mail (mai fatto prima) citandomi questo libro e offrendomi addirittura di leggerlo gratis; caparbia come sono, resisto. Quattro giorni fa, zonzolo per un paio di librerie di una città che non è la mia, e in entrambe la prima pigna di libri che vedo appena entrata è quella del libro in questione.
“Insomma, il destino dice che ti devo leggere, a quanto pare” penso “E sia! Anche se, non so perché, ho un nodo in gola già solo all’idea di averti tra le mani. E anche questa è una cosa strana forte che mi stuzzica non poco”

Continua a leggere “Baluginìo”

Così, senza pretese

Chi mi conosce sa che è meglio non iniziare a parlar con me di libri altrimenti attacco una pezza che metà basta, sicché si defilano e a me non resta altro che sfogare disquisendo in merito in giro per blog o riviste letterarie in rete.
Lì ultimamente ho trovato una marea di critiche negative o, al più, freddine riguardo Continua a leggere “Così, senza pretese”