Ritorno alla palude

Non è un venerdì qualunque, è il giorno dell’addio.

Ha appena finito di trasportare vicino alla porta d’ingresso, anche l’ultimo dei tre pesanti scatoloni sigillati e pronti per essere portati via dal corriere. Li guarda mentre con le mani si raccoglie e ferma i lunghi capelli castani sulla nuca e sorride felice.

Continue reading “Ritorno alla palude”