Mappa per l’ascolto

[…]

Per ascoltare bisogna aver fame
e anche sete,
sete che sia tutt’uno col deserto,
fame che è pezzetto di pane in tasca
e briciole per chiamare i voli,
perché è in volo che arriva il senso
e non rifacendo il cammino a ritroso,
visto che il sentiero,
anche quando è il medesimo,
non è mai lo stesso
dell’andata.

Dunque, abbraccia le parole
come fanno le rondini col cielo,
tuffandosi, aperte all’infinito
abisso del senso.

Chandra Livia Candiani

42 risposte a "Mappa per l’ascolto"

    1. e dei giorni in attesa della parola giusta… e dei bambini (spesso extracomunutari) ai quali lei ha fatto lezione di poesia… e di mille altre meraviglie ancora.
      Son contenta tu la conosca già, Matilde.

      PS: riuscirò un giorno a farti scoprire cose nuove? Dubito… ma non mi arrendo. eheheheheh

      Piace a 1 persona

    1. Quello di libro lo sento, per lo meno in questo mio periodo di vita, appena più lontano rispetto al Silenzio. Non lo so spiegare. Ma non serve spiegare. 🙏

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.