Fable du bon dodo

C’era una volta una principessa, senza regno, intrappolata in un mondo estraneo alla trama della favola dove nacque.

Apparentemente fragile, ma piuttosto decisa e intraprendente, una mattina del mese di Rosaio, la principessa, indossate le cioce della festa, si incamminò alla ricerca della sua landa fatata.

Percorse la strada lunga e tortuosa del benevolo bosco che le diede cibo e acqua, sostò a riposare in alcuni castelli abitati da fantasmi, fino… a quan d o… g i u n s e…

ssscht… nanna….

~_~

18 risposte a "Fable du bon dodo"

  1. e il sospiro assonnato del racconto sospeso regala l’inutile vaghezza del viaggio… però ci si abbandona a sognare gli occhi della principessa che brillano nella notte mentre cerca se stessa… dolcissimo pensiero verso il Dodò ❤

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.