Sai quando ti svegli con quel motivetto in mente e non riesci a levartelo finché non lo suoni a tutto volume e…

lo balli ^_^
(sì, anche da sola)

35 pensieri riguardo “Sai quando ti svegli con quel motivetto in mente e non riesci a levartelo finché non lo suoni a tutto volume e…

    1. Volentieri.
      Per prima cosa bisogna sapere che il valzer viennese classico consta in realtà di cinque valzer diversi, ciascuno suddiviso in due sezioni, più una introduzione e una coda.
      L’introduzione talvolta anticipa il tema del primo valzer, ma questa non è una regola fissa. Ci sono anzi valzer la cui introduzione è addirittura in tempo di marcia (quindi in 2 tempi, non in 3): il più famoso è il Kaiser-Walzer (Valzer dell’imperatore) di Johann Strauss figlio.

      La coda prevede di solito la ripetizione di alcuni dei temi dei cinque valzer precedentemente enunciati, più una sezione conclusiva più o meno prolungata.

      Ma torniamo al Bel Danubio blu. L’introduzione, in movimento lento («Andantino» in ritmo di 6/8), anticipa il tema del primo valzer, enunciato dai corni sul tremolo degli archi. La seconda sezione dell’introduzione è più veloce («Tempo di Walzer» in 3/4; nel tuo video ha inizio al minuto 1:26), poi rallenta e sfocia (a 1:51) nel valzer n. 1, il cui tema principale (il più celebre) è ancora affidato ai corni; la 2a sezione del primo valzer ha inizio a 2:32.
      Il valzer n. 2 è in tre parti: alla 1a sezione (a 2:47) seguono la 2a (a 3:02) e poi la ripetizione della 1a (a 3:18).
      Il valzer n. 3 s’inizia a 3:33 e prosegue con la 2a sezione a 4:04.
      Al minuto 4:31 c’è un breve “ponte” che conduce al valzer n. 4 (a 4:37), la cui 2a sezione attacca al minuto 5:22.
      Un secondo ponte, più lungo, ha inizio a 5:52 e porta al valzer n. 5 (a 6:03), la cui 2a sezione è a 6:37.
      Ora prende il via la parte finale (coda) della composizione: come vedrai, è molto elaborata. Vi si susseguono:
      – 7:05 un elemento transitorio costruito su una variante del tema del valzer n. 3;
      – 7:22 la 1a sezione del valzer n. 2;
      – 7:36 un elemento transitorio costruito su una variante del tema del valzer n. 2;
      – 7:52 la 1a sezione del valzer n. 4;
      – 8:13 un nuovo ponte che conduce alla
      – 8:27 ripresa della 1a sezione del valzer n. 1.
      A 9:07 ha inizio la sezione conclusiva, anche questa strutturata sul tema del valzer n. 1.

      Mi sono spiegato bene? 🙂

      Piace a 1 persona

    2. imponente il valzer dell’imperatore! ne conoscevo solo un pezzettino.
      ho rivisto il filmato del Danubio Blu seguendo le tue indicazioni e… sììì ho capito le differenze i passaggi e le riprese! Anche la regia ha seguito le differenze evidenziandole con i cambi di scena (nei ponti lunghi addirittura inquadrando dei fiori).
      Ora questo tuo commento lo ricopio e lo conservo gelosamente: mi servirà per esercitarmi all’ascolto ^_^

      Certo che, sono proprio una profana ^_^ (ma nessuno mi ha mai insegnato, neanche, ai tempi, la maestra di danza).
      Che meraviglia la musica!

      Come ringraziarti per la tua spiegazione , Cap’ ?!?!?! ^_^

      MerciMerciMerci et un sourire

      Piace a 2 people

    1. Ahah, non serve complimentarsi perché a) non canto più da tempo e son diventato un roito, lo sciacquone del cesso emette suoni più gradevoli b) suono la chitarra talmente dimmerda che potrei resuscitare Jimi dalla tomba.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.