Tête-à-tête

Sono le 19:15, è ora di prepararmi. In camera mia, davanti all’armadio scelgo l’abito attillato di colore rosso cupo poi completo con scarpe rosse, capelli mossi sciolti, un filo appena di trucco alle ciglia, due pfuff del mio solito

profumo speziato: tutto come allora, il momento indimenticabile in cui svegliandomi l’ho trovata accanto a me. Era la notte del diciassette febbraio di otto anni fa. Da quel giorno ci siamo scelte e, nonostante il nostro rapporto di amore/odio, nessuno è riuscito a dividerci, neanche la folla o il lavoro.
Ho casa libera in questi giorni. Vogliamo festeggiare, far follie, sì proprio quel genere di follie che, si sa, non può avere pubblico.

Ore 19.30. Entro in sala da pranzo dove il camino è già acceso, collego l’MP4 allo stereo e do il la all’intero repertorio degli I am kloot (andiamo matte per la musica inglese), in sordina. Coinvolta dal ritmo di Fingerprint, accenno qualche passo di danza mentre apparecchio la tavola, per due, con il servizio buono, quello delle feste, semplice ma raffinato: tovaglia di lino ecrù, piatti color avorio, doppie posate, forchetta dolce, tris di bicchieri, sottopiatto.
Guardo l’opera e penso: “Altro che ristorante stellato! Qui da noi c’è l’intero firmamento… perché è quello che ci meritiamo.”
“Ah già, candelabri e candele… Dove saranno?” mi chiedo.
Le cerco, le trovo, le accendo.
“Meglio spegnerle e posarle, dai. Otto anni fa non son riusciti ad accendermele, è giusto che non ci siano nemmeno oggi.” mi dico arricciando il naso ben sapendo che è una sorta di inutile tradizione scaramentica.
Decido di spegnere anche le luci centrali e lascio accese solo le abat-jour grandi, tanto per creare l’alone di intimità.
“Manca solo un bel centrotavola, magari di fiori freschi” mi dico. Ma anche quelli allora non son riuscita ad averli, sicché transeat.

Uno sguardo al cellulare: segna le 19:48. È tempo di fiondarmi in cucina. Parannanza, frigorifero, filetto, champignon , panna acida, cipolle, burro; armadietto, casseruola. Eeeh già, vado sul sicuro! Con lo Stroganoff, vinco sempre. Lo so.
Fuoco ai fornelli!
Mentre il tutto si cuoce, porto in tavola l’ananas a cubotti e la variante extrafondente della Sachertorte monoporzione che ho preparato nel pomeriggio.
Lo champagne meglio lasciarlo in frigo, per il momento. Sì, sì, proprio champagne… lei (noi) si merita (ci merititamo) il plus, specie questa sera.

Ora è tutto pronto. Porto in tavola.

Eccoci qui, sedute una di fronte all’altra, ceniamo senza smettere di guardarci negli occhi, io e lei: la Solitudine.

96 risposte a "Tête-à-tête"

  1. tiri fuori l’humour laddove altri piangerebbero… non è solo questione di scelta forte (anche quella) è proprio autoironia e levità d’animo… si ‘ proprio nu riccio comme si deve! :*

    Mi piace

    1. chi ti dice che non stia piangendo dalle 19:30? ^_^ eheheheh! Va beh, chissà!
      Sai cosa, Franz? Se non mi faccio forza da sola, nessuno arriva a tirarmi fuori… vero è che la forza si esaurisce ma i tuoi (vostri) commenti benevoli, mi aiutano a trovare la carica per domani e dopo ancora.
      grazie, poeta Framz ^_^
      bisou sur le nez

      Piace a 1 persona

  2. Herí pensavo a questo amore lesbo, sensuale, annodato, acceso…ed invece solitudine carogna. L’ho mangiata per due lunghissimi anni, credevo fosse il mio modus vivendi ormai…così non è stato, ma ha lasciato un segno. Ti abbraccio e convinciti del fatto che nulla è per sempre ( nel bene e nel male)

    Piace a 1 persona

    1. eh eh eh! riesco sempre a prendervi per il naso 😊
      Sono etero te lo assicuro 😁
      Il per sempre non esiste, lo so, ma pare che valga solo per il bene. E va beh… fa nulla.
      Ti lascio un sorriso grande grande, in cambio dell’abbraccio

      Piace a 1 persona

    1. Io da quelle parti ci capito praticamente ogni estate. A volte persino in inverno… ma giusto una “toccata e fuga” ^_^
      Sali te… basta fare un saltone in una giornata di scirocco… il vento ti porta

      Mi piace

  3. Weeeeee!! Che è questa tristezza?? Vedo tanta gente sotto questo post che ti vuole bene. Non sei sola.
    E questo è un punto di partenza. Vedi che organizzo un pulmino e li porto tutti a casa tua!! Poi “avojaaaa” a cucinare!! 😂😂😂

    Mi piace

    1. 😁😁 mmmmmmagari!! Dai che facciamo una festa vera! wowowowoooow ! E poi io adoro più cucinare che mangiare, lo ammetto.
      Fatevi precedere da un elenco di eventuali intolleranze… alimentari, intendo. ^_^
      Grazie Sephi’, grazie di cuore ^_^

      Piace a 1 persona

    2. Le uniche intolleranze che ho sono verso determinate persone!! 😂😂😂 Tu cucina, noi mangiamo!! E sorridi, che la vita vuole esser presa, anche, un po’ per il culo!! 😜
      Buondì petit hérisson!! 😊

      Mi piace

    1. ne ho contate 899.333.562.642.013.087.743.956.899.455.004 poi la luna piena mi ha abbagliata e ho perso il conto, ma suppongo siano state il doppio di sicuro meno una che non è riuscita a brillare.

      Mi piace

    2. 😂😂😂😂 ma che tipo!
      Lo ammetto, ho pensato alle favole ma non ad un titolo.
      Va beh, inutile che io compri il libro, visto che tanto non capisco più quel che leggo. 😊
      e poi, per trovare felicità o serenità, davvero basta un romanzo? 😕

      Mi piace

    3. 😊 Conosco la teoria : bisogna faticare, sudare, cercare la strada migliore, trovare appigli, contare solo sulle proprie forze. Ma la teoria non insegna come fare quando le forze, pur cercandole, mancano

      Mi piace

  4. Figurarsi se non dovevi mettere un finale che stravolge quello che uno si era immaginato! Del resto, non saresti tu…
    “Qui da noi c’è l’intero firmamento… perché è quello che ci meritiamo.”, mi piace molto, ma io ci avrei messo “Qui CON noi”, non so, mi fa sentire più “in compagnia”…
    Bello il pezzo, non lo conoscevo, mi sa che te lo ruberò e lo porterò dove sai.
    Ah, I beg you pardon, ma è più forte di me, hai scritto “scaramentica” anziché “scaramantica”, ihih… 😉
    Abbraccio grande! ♥
    “Zia” Orny

    Mi piace

    1. ahahah!!! qui di errori ne troverai a iosa!!
      ^_^ ma “l’intero firmamento” sta per dire che c’è molto più lusso e qualità di un “ristorante con le 4 stella Michelin (uno “stellato” per l’appunto)… forse il CON fa sentire in compagnia ma mi stona nel contesto 😉
      Ti prego zia, non linkarlo su FB, se mi beccano qui finisce che chiudo anche il blog e io senza questo spazio… soffocherei. Me lo prometti, vero?

      Piace a 1 persona

  5. Capito, tu intendevi che il firmamento è “a disposizione”! Allora sì, mi piace anche di più.
    Don’t worry, io le promesse le mantengo e rispetto i desideri altrui, quindi non farò mai niente che tu non mi abbia autorizzata a fare, del resto non avevo alcuna intenzione di fare proprio nulla, eheh… 😉
    Baciotto! ♥

    Piace a 1 persona

  6. Incredibile… Ne avevo scritto uno praticamente identico a questo . Con la stessa sorpresa finale… Dove svelavo il nome della solitudine nel momento in cui, a letto, spegnevo la luce, guardandola addormentarsi sul cuscino in fianco al mio.

    Mi piace

    1. noooo, dai… giuraaa!
      pomeriggio dal PC vado a cercare il tuo pezzo ☺

      (hai passato la sera a leggere le mie stupidate?! che simpatico matto che sei, Dan ^_^ . Grazie! )

      Mi piace

    2. Fai come me? scrivo scrivo e non posto ^_^ . Poi siccome combini sempre un casino nuovo, finisce che per sbaglio (specie dal tablettino) sfioro un “pubblica” et voilà… piace a un sacco di persone.
      Con ciò intendo dire che… siamo troppo esigenti con noi stessi 😉

      Mi piace

    3. Ti capisco. Scrivrre, spesso è uno “scaricare”. Anche a me capita così. Scarico, pure se non pubblico le paturnie 😁
      Ora mi affaccendo nelle faccende… a presto, Dan

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...