privé.e (pochi grammi di giovin coraggio)

giorno dopo giorno, accantonai diciotto più otto dolci-amari bon bon rosa, piccini, tondi, ricchi di singolar gusto: il piccolo costo di un viatico al viaggio dal vano ritorno.

“in carrozza, signora… si vola!”

sorrisi…
con calma salii – vuoto intorno – mi accomodai sul cuscino, là all’angolo, in fondo.

subito dopo lo schioccar di frusta, i quattro cavalli bianchi partirono al galoppo sulla dritta strada, liscia, monotona, tranquilla

dall’oblò, il panorama fluì a ritroso… ad occhi socchiusi vidi, o può darsi sognai, non ricordo, spicchi di luci filtrar tra i rami di un buio bosco:
una gravida pancia di donna
un uomo dal volto barbuto
una suora saltar alla corda
un tutù girar aggraziato
una bambina graziosa
una ragazza gioiosa
il brindisi augural
un’auto in corsa
un lago cobalto
un capo canuto
una isola calda
baci amorosi
cani rognosi
il grigio
il viola
il blu

fu buio fitto
….
poi il nulla assolato

il viaggio durò un giorno, poi un paio ancora

“siamo giunti, signora… via, di corsa, giù!”

fui fuori
guardatami attonita attorno, riconobbi il luogo, i suoi profumi, i colori.

mi girai. davanti agli occhi la mia casa.
non capii.
stordita supplicai:
“ma no! non qui! … qual bivio sbagliasti, stolto mio psicopompo?”

24 risposte a "privé.e (pochi grammi di giovin coraggio)"

  1. andare…andare…vedere…ritornare…il traghettatore di anime ama organizzare viaggi in tondo dove inizio e fine coincidono… dov’è la via per la tangente?…apologo in versi di raffinata fattura… mi hai preso. 🙂

    Piace a 2 people

    1. ^_^ Sì, l’ho scritta io ^_^
      E lo so, è uno stile un po’ diverso dal mio solito qui e da quello per lo più burlone, stralunato e impertinente che uso di là 😉
      bacio Alessia

      Mi piace

    1. Siiii!!!! Sono proprio ioooo!
      La Bianca farfalla ha consigliato bene e razzolato nel modo opposto, ma ne aveva taaanto bisogno!
      Felice anch’io!!!

      Mi piace

  2. acci accì me l’ero persa si… ma sei un tornado, un vortice di parole! e quel che conta e “viaggiare” sempre, il movimento non pone fermate se non soste per rinfrancarsi. Brava!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...