Quinnipak

È una specie di gioco. Serve quando hai lo schifo addosso, che proprio non c’è verso di togliertelo. Allora ti rannicchi da qualche parte, chiudi gli occhi, e inizi ad inventarti delle storie. Quel che ti viene.
Ma lo devi fare bene. Con tutti i particolari. E quello che la gente dice, e i colori, e i suoni. Tutto. E lo schifo a poco a poco se ne va. Poi torna, è ovvio, ma intanto, per un po’, l’hai fregato …  (*)

Tool e Jun facevano così. Loro a Quinnipak erano di casa. Son fortune che non capitano mica a tutti.

Ecco, ci son giornate che a me piacerebbe da matti andarci, a Quinnipak, intendo. Ci provo ma proprio non riesco.
Non la trovo nemmeno con il GPS.  Eppure la strada è quella giusta: mi rannicchio, chiudo gli occhi e cerco di immaginare …  Ma niente, al posto di inventarmi storie da raccontare, riesco solo a raccontarmi quella rude realtà che nessuno vuole ascoltare,  neanche io.
E lo schifo,  bastardo, mi resta abbarbicato addosso…

(*) tratto da  Castelli di rabbia – Alessandro Baricco  (un libro di: “sogni – forse – irrealizzabili”  di cui magari un giorno ve ne scriverò qualcosetta, intanto, ho idea che mi faccio abbracciare da lui… per la terza volta)

 

20 pensieri riguardo “Quinnipak

  1. Bonjour Herì… gran bel libro che in effetti merita di essere riletto più volte per cogliere gli innumerevoli aspetti dei suoi strani personaggi. In effetti Baricco è autore un pò “difficile”, certo non piace a tutti forse perchè è uno di quegli scrittori che io definisco “da salotto”. E questo non nell’accezione comune del termine, ma solo perchè un libro di Baricco non si può leggere a letto prima di dormire nè tantomeno in bagno o in piedi in cucina… va gustato appunto seduti in salotto leggendo poco alla volta e magari rileggendo certi passaggi senza la fretta di arrivare a terminare il libro. Ma è un’opinione personale….certo che andare a Quinnipak ogni tanto aiuta…per chi la trova ovviamente… 😉 Felice serata chérie….

    Mi piace

    1. Questa definizione di “autore da salotto”, mi piace e mi trova d’accordo. Scommetto che pian pianino, ne scopriremo, insieme, tanti altri. ^_^
      Baricco è tra i miei preferiti. Di suo ho letto tutto (romanzi, saggi, articoli giornale) tranne City ^_^ … e niente, arrivo a pag 100 a fatica e rimetto il libro sullo scaffale. ^_^ per 3 o 4 volte è andata così. E va beh, questa è l’eccezione che conferma la regola, no?! ^_^
      Buona serata, Gigi.

      Piace a 2 people

    2. Ah certo possiamo lanciare la classifica degli autori da salotto e vedere cosa ne esce fuori… 🙂 Io ne ho letti solo un paio ed il suo stile particolare mi ha colpito. Ma sono sempre a caccia di nuovi autori e nuove sensazioni… 😉 Buona serata a te, Herì…

      Mi piace

  2. Con Baricco vado a periodi. A volte mi sfianca. A volte mi sorprende. Tu Héry… Lascia che il fiume scorra. Porta sempre quelli che non meritano fino al mare… che li inabissa sempre e per sempre.🍀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.