Asettico

Non è ancora l’alba quando sulla campagna di Hermaville cala una coltre di nebbia mai vista così fitta.
Il borgo è ancora addormentato mentre il campanile della chiesetta al centro della

piazza, batte cinque rintocchi e i primi chiarori del giorno appaiono all’orizzonte.

Al secondo piano della casa appena fuori le mura, la luce soffusa illumina una piccola stanza. Dentro: un armadio, un cassettone, una scrivania colma di fogli sparsi, un letto appena rifatto. Poche cose, tutte rigorosamente bianche.  Uniche note di colore i dorsi e le copertine dei libri disordinatamente impilati sul comodino bianco,  i quadri alle pareti e un abito cremisi riposto con cura sulla spalliera della chaise longue, bianca, anche quella.
Dietro ai vetri della finestra, una donna immobile  fissa senza sosta quel muro di nulla lattiginoso lì fuori e aspetta paziente che la bruma  si alzi mostrandole un’altra realtà…

 

33 risposte a "Asettico"

    1. Anche io se fossi al tuo posto continuerei…. ahahah!!!
      Scherzi a parte, ci stai lavorando al tuo secondo libro?
      Appena mi arriva il tuo “Valzer sull’orlo del pozzo” , lo divoro e ci faccio una delle mie NON recensioni qui 😉

      Grazie sempre per i tuoi commenti delicati e positivi, Ro’

      Piace a 1 persona

    1. Seeee…. e quando lo trovi… 😂😂 un po di tempo fa… mi sa in qualche gruppo…! Manco io ci sto molto!
      Ma tanto cmq da qualche parte ci becchismo!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...