Non sei cambiata

“Ti ho cercata per tanto tempo, poi gli impegni mi han distolto. […] Mi piacevi molto. Sono felice di averti ritrovata. […] Non sei cambiata ed è meraviglioso!  Mi sei mancata, sai?” 

Sei anni. Sei lunghi anni e poi il destino ha voluto che ci rincontrassimo. Galeotto del primo incontro fu il tanto discusso Social Blu. Mi ero appena iscritta, allora. Lo avevo fatto così, senza troppa voglia, un po’ istigata da una parente. Nonostante ciò, ero riuscita a creare un bel giro di conoscenze. Poi, per vari motivi di cui non sto qui a tediarvi, ho chiuso tutto per riaprire due anni dopo riprendendo qualche  vecchio contatto e accettandone di nuovi.

Facebook è una babele e per un tipo riservato come me non è certo il massimo (e l’esiguo numero di “amici” lo dimostra): detesto i selfie, non mi piacciono le scurrilità, non ho manie di protagonismo, evito le liti; mi piace: scherzare entro i limiti della decenza, dialogare, condividere musica e cultura, ascoltare.
Riassumendo, io su FB scioccheggio ^_^ standomene un po’ in ombra.

Eppure da quando ho riaperto il profilo, sono stata “raccattata” da diverse vecchie conoscenze.  L’ultima, qualche ora fa; lo stralcio evidenziato su, è tratto dalla chiacchierata in pvt che abbiam fatto.
Ecco, al di là dell’inevitabile carica che ci danno episodi del genere, mi vien da pensare che, sì, si può provare una sorta di particolare affetto sincero per una persona anche se non le si conosce la voce né il tono o i suoi vizi né le sue abitudini o, addirittura, il suo volto come accade nei social network.  Me lo hanno dimostrato in tanti.
Mi sono chiesta  il perché di questo fenomeno. La risposta credo sia: sta tutto nel potere delle parole (scritte o lette, in questo caso). Non ci può essere altra spiegazione.
Usiamo  migliaia di vocaboli ogni giorno, la maggior parte le pronunciamo o scriviamo automaticamente senza pensarci su un attimo, senza renderci conto che le parole sono la carta d’identità della nostra essenza.

___________________

Post dedicato a Milena C. : lasciata sei anni fa in cerca di un amore,  ritrovata oggi mamma di Sara una bimba di due anni che ha gli stessi suoi occhioni neri profondi. ^_^

20 risposte a "Non sei cambiata"

  1. oh mi è venuta la pelle d’oca… lo so che son esagerata… ma è che io al virtuale non ci ho mai creduto… poi invece ho conoosciuto alcuni di voi… eh boh… solo che non mi abituo…
    poi c’è chi salta fuori dal virtuale e diventa un po piu reale…
    bah che ne so,…
    cmq bello che vi siate ritrovate… vuol dire che c’è di bello!

    Piace a 1 persona

    1. io non ci credevo… o cmq non lo immaginavo…
      ma… a volte sto virtuale mi ammazza… ci sono persone che sento molto vicine e mi manca proprio la presenza… cmq son contenta di averle incontrate… se era destino ci si incontrasse cosi…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...