… e balzarLe addosso che meno se lo aspetta.

“La felicità, mi dicevo, non è un momento in cui ti estranei da tutto: non è una passeggiata sul lungomare, sapendo che una donna è là con te, ad ascoltare tra mille palle la storia della tua vita. Questo e altro si chiama pace, serenità, ed è una debole, miserabile copia della felicità. La felicità è la sfida, la battaglia, sa dio se vinco o perdo: sta a mezzo tra chi eri e chi sei, e tu a roderti l’anima, a domandarti risposte, non trovare, cercare, non trovare, cercare, cercare, fino all’accordo che fa la canzone che vuoi, come la vuoi, e che per carità non sia l’ultima. La felicità è la paura che ti fa forte; cosa credi di farmi paura? Io gioco con te fino allo sfinimento e non cerco di chiudere il mazzo e riporlo. Io le ridò, le carte, fino all’alba del giorno dopo e di quello dopo ancora. E non pensare di farmi vincere una mano per poi piantarla lì. Io non voglio una mano, voglio la partita. Ah, morire, e che credi, di sbrigartela così? Io me ne impippo della fine e dei brillanti che semini qua e là per farmi chinare. Io la felicità la voglio addosso come una febbre, un innamoramento che non si spegne, la lunga onda di una mareggiata d’inverno con tutti gli scogli e i rifiuti possibili insieme il corpo di una donna bellissima che esce dal mare e mi manda da lontano la vela di un bacio. Eccola, la felicità”

La frase che ho usato come titolo e il frammento riportato, sono tratti dal libro che ho appena finito di leggere, o meglio ascoltare:  La vita che si ama – Storie di felicità  di Roberto Vecchioni.  Non è un romanzo, non è un saggio: è un monologo, una lezione cruda, filosofica, poetica, entusiastica sulla vita.
Le parole che ho messo in grassetto, sono quelle che considero “le molle” del concetto.
Ma è giusto che ognuno ci trovi le proprie… sempre che sia d’accordo con il Professore. 😉

71 risposte a "… e balzarLe addosso che meno se lo aspetta."

    1. Beh, è Vecchioni… mica “baobao, miciomicio” ahahahahah!!
      Questo fa un po’ il paio con il tuo post di qualche tempo fa. Avessi letto allora questo libro, lo avrei commentato con questo stralcio, invece di contestare come al solito. ^_^ Pardonnez moi. ^_^
      Le parole di Vecchioni ti danno ragione.

      Piace a 1 persona

    1. Sul fatto che sostanzialmente la felicità è fare guerre e vincere. Di fondo ci sta anche come concetto, ma è un po’ troppo estremo. Diciamo che sono d’accordo a metà, ma è un’opinione con un’altra

      Mi piace

    2. Io, in questo stralcio, invece, ci ho visto che la felicità è amare la vita. Lui dice:
      “con gli scogli” penso alle avversità
      “con i rifiuti” penso alle cose da buttare, ai dolori che insegnano e dai quali può nascere la felicità.
      “il bacio di una donna” penso all’amore che ci completa.
      ^_^
      Le guerre cui lui si riferisce, penso non siano altro che una sorta di lotta contro l’infelicità che ti fa abbandonare le idee in cui credi, ti obnubila la mente e assonna il cuore.
      Sulla quarta di copertina c’è questa frase: “non si è felici nell’imperturbarbilita, ma nellattraversamento del vento e della tempesta”… e cos’altro è VIVERE se non l’attraversamento di una tempesta?! ^_^
      Se hai altra visione, raccontamela. In questi casi, ognuno legge quel che sente più vicino alla propria idea o esperienza… 😉
      Bisouseeee
      (Come al solito, Mon écri’, mi hai dato modo di esprimere la mia visione. Potrò mai ringraziarti abbastanza!? ^_^ )

      Mi piace

    3. Ma ringraziarmi di cosa, al massimo e il contrario 🙂
      Guarda, detta come l’hai interpretata tu mi garba molto. E che leggendo, l’ho vista come una sorta di espressione fuorviante. “La felicità non è nelle piccole cose”, questo mi ha molto fatto pensare che non fosse così.
      Personalmente la trovo proprio nelle piccole cose, nel fatto che due occhi e un amore sincero possano distrarti sa tutte quelle battaglie che quotidianamente sai di vincere a metà nella migliore delle ipotesi.
      Poi, è vero, si è ancor più felici se abbiamo la forza di guardarci allo specchio volendo combattere e vincere. MA attenzione, mai dire -per il mio piccolo pensiero- che la felicità non sta nelle piccole cose

      Mi piace

  1. Il Professore, che ho avuto la gioia di conoscere, racconta “cose” con la voce sicura di chi ne sa della vita. E ti lascia lì a pensare, mentre dentro rileggi tuoi accadimenti sotto una luce nuova. Bellissimo stralcio… invoglia a leggere il resto. Tchuss & Kuss.

    Mi piace

    1. Oooh!! Per una volta d’accordo!! ^_^
      Sì Fabio, non avrei saputo descrivere meglio quello che ho provato anche io sei mesi fa a Torino, seduta in seconda fila di fronte al Professore che parlava di vita e felicità con sicurezza ed entusiasmo. Mai saccente. Lui non insegna teorie… lui ti porta a “cogitare”. ^_^
      A bientôt e bisou.

      Piace a 1 persona

    2. Ahahah !! Ma che hai capito ?! La mia era una battuta !! Sti caccbio di russi sono ancora all’Outlet di Biandrate a spendere… spero che stasera taglino corto e siano stanchi. Almeno mi sbrigo.

      Mi piace

    3. …tipo grigliata, ettolitri di vodka e poi al Pepe Nero a sculacciare rumene ?! Naaaaa ! Ho con me Mr Blond & Mr Green. Al massimo deleghero’ a loro. Io sono vecchio e devo andare a nanna presto !!

      Mi piace

    4. Tesoro mio. Per evitare certe cose sarei pronto ad inventare spasmi, morbi fulminanti ed attacchi apoplettici ! Non posso finire a guardare 25enni attaccate ad un palo che “danzano”. Sono troppo giovani !! Ahabhaabha !!

      Mi piace

    5. Che cacchio sono , un mormone ?!? Mica posso innamorarmi di tutti !! Ahahaha !! Con Vecchioni ci sono cresciuto, con Baricco no. Non sono proprio riuscito a leggerlo. Ma probabilmente era questione di tempo giusto. Vedremo.

      Mi piace

    6. Te sei vecchia dentro da quando avevi 25 anni. Tiè ! Ed io dimostro molto meno dei mie 43… SI, vabbe. Poi a che serve ?! Manca poco e finisco a fare la badante… ahahaha !! (Questa me la sono tirata da solo )

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...