Quelle piccole cose

Molte lune fa, sul social blu, girava un giochetto che, stavolta è proprio il caso di dirlo,  aveva i suoi lati positivi.
In breve: si chiamava “gioco della positività” e i partecipanti dovevano elencare per cinque giorni tre cose che lo/la rendono felice.
Il giochetto mi intrigava

parecchio anche se per me “felice” è una parola enorme (preferisco dire allegro, sereno, contento, gioioso… carico, insomma), così nonostante non fossi stata taggata,  avevo preso qualche appunto per conto mio elencando quelle cose che mi dan la carica.

  1. leggere un buon libro

  2. due pfuff del mio adorato profumo

  3. fare una corsa con la macchina (sempreché sia io a guidare)

  4. ridere (ma va bene anche sorridere)

  5. una gita senza meta

  6. far pace dopo una lite

  7. le manine della mia nipotina sul mio viso (ma stare con lei è sempre serenità allo stato puro)

  8. indossare le ballerine

  9. vetrinare (ovvero: andar per vetrine senza comprar nulla)

  10. la casa addobbata per Natale

  11. cucinare

  12. il mare in inverno

  13. il mare, senza troppa gente, in estate (sole, nuoto, profumo di salsedine)

  14. ballare da sola nella mia stanza ascoltando la musica a palla

  15. fare regali al di fuori delle ricorrenze

  16. un pranzo all’Autogrill

  17. la tazzona col caffè caldo della mattina

  18. un’ora sul tapis (in moto, eh!?)

  19. la musica di qualsiasi genere (a patto che non sia “rumore”)

  20. cantare sotto la doccia (purché da sola in casa … più per l’incolumità degli altri)

  21. biciclettare (che tradotto dal mio stortoidioma, è: andare in bici): impagabile la sensazione dell’aria sul viso

  22. la primavera, con i suoi colori, i suoi profumi ed il tepore del sole

  23. l’odore delle librerie

  24. cantare le canzoni in inglese non indovinando nemmeno una parola (ahahah!)

  25. addormentarmi con TEddy  (anche se non vicino a me)

  26. Parigi

  27. Pizza e birra

  28. un bicchiere bevuto in compagnia  (beh! dai! facciamo mezzo 😉 )

  29. le passeggiate nei boschi

  30. star da sola a casa (quella solitudine che solitudine non è giacché sto in compagnia di me stessa)

  31. chiedere scusa

  32. le lenzuola fresche di bucato

  33. dormire con la luce accesa (che sia una piccina in camera o venga da fuori non importa purché non sia buio fitto)

  34. guardarmi le cicatrici e i lividi e dire “se ce l’hai fatta altre volte, ce la puoi fare ancora!”

Ricordo che le avevo scritte di getto così man mano che mi affioravano alla mente, non sono in ordine prioritario e, se mi soffermassi a pensarci bene ne troverei altre millemila.
E pensare che i partecipanti al gioco l’avevano buttata giù dura e si lagnavano di non trovar motivi, di non volerci giocare, di essere impegnati. Mah! Forse era solo che non sanno trovare la felicità nelle piccole cose vere  o forse era che cercavano lo “scoop consolatorio” … 😀
Lo so, te che leggi mi consideri un’aliena che non capisce un ca.niente … ma tant’è.
^_^

6 risposte a "Quelle piccole cose"

  1. Ricordo… partecipai anche io!!! O era comunque un tag simile.
    E devo dire che hai un tempismo perfetto: l’hai tirato fuori al momento giusto! 😉

    Mi piace

  2. ma daiiii! ma che bello…. a volte non ce li ricordiamo tutti,… quindi magari mettersi li a scrivere ce ne fa venire in mente tanti! diciamo che me ne piacciono un bel po dei tuoi… tranne che ad esempio in bicicletta che mi cappotto…. non ho mai imparato troppo bene…
    guarda anche io credo che la felicità sia uno stato…. quello puo esserlo la serenità, dopo aver trovato un proprio equilibrio… ma la felicità arriva e se ne va. altrimenti non sapremmo apprezzzarla… e siamo costantemente su un’altalena… di quelle grandi di legno attaccate ai rami di un grande e forte albero…
    vabbè, mi son fatta un film leggendo i tuoi spizzichini di godimento!
    bacini cyberghina e buona pasqua!

    Mi piace

    1. Ahahahahaha, Ale, pensa che io invece mi capotte con i pattini. Eh, sì, so andar su due ruote e su otto no. 😂😂😂😂
      Per il resto, che dirti se nn che la pensiamo uguale ugua’ !? Con la felicità giochiamo tutti ad “acchiapparella” 😉
      Baciozzi e Serena Pasqua, Ale ❤

      Mi piace

    2. Ahah! Carina sta cosa di giocare ad acchiapparella con la felicitä… Sarebbe troppo scontata altrimenti!
      Beh non è che sia proprio facile facile pure sui pattini mo, eh!
      Buona pasqua tesorella!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...